Coelum Astronomia 210 - 2017 - Page 162

LUNA

di Francesco Badalotti

La Luna di Aprile

Aprile inizia col nostro satellite che sorge alle ore 10:05 in fase di 4,21 giorni con transito in meridiano alle ore 17:32 a un’altezza di +61°, ma per le nostre osservazioni dovremo attendere le ore 20:30 circa quando la Luna si renderà visibile nel cielo occidentale fra le stelle del Toro a un’altezza di +44° per gran parte della serata. In queste condizioni avremo a nostra disposizione una larga porzione del settore orientale centrato sulle scure distese basaltiche dei mari Crisium e Fecounditatis, oltre a una moltitudine di strutture crateriformi osservabili anche lungo tutto il corrispondente terminatore.

La fase di Primo Quarto si avrà alle ore 20:39 del 3 aprile quando la Luna si troverà nella costellazione dei Gemelli a un’altezza di +59° dopo la culminazione in meridiano verificatasi alle ore 19:28 a +63°. L’avvicendarsi delle fasi porterà il nostro satellite al Plenilunio previsto per il giorno 11 alle ore 08:08 quando però si troverà ancora a –11° al di sotto dell’orizzonte. Da qui avrà inizio la fase calante, con l’Ultimo Quarto alle ore 11:57 del 19 aprile quando si troverà in prossimità dell’orizzonte occidentale a un’altezza di soli 02°54', poco più di 20 minuti prima di tramontare, entrando in fase di Luna Nuova alle

162

Coelum Astronomia

A destra. La tabella riporta gli orari di sorgere, culminazione, altezza (in gradi raggiunta all’istante della culminazione) e del tramonto, oltre alla costellazione di transito. Gli istanti e i dati degli eventi riportati, calcolati per le ore 00:00 in TMEC (TU+1), sono topocentrici, ovvero riferiti alla posizione geografica di un osservatore posto a Long. 12° E; Lat. 42° N. Gli altri valori relativi al nostro satellite sono disponibili qui.

Sopra. Le fasi della Luna in aprile, calcolate per le ore 00:00 in TMEC. La visione è diritta (Nord in alto, Est dell’osservatore a sinistra). Nella tavola sono riportate anche le massime librazioni topocentriche del mese, con il circoletto azzurro che indica la regione del bordo più favorita dalla librazione.