Coelum Astronomia 210 - 2017 - Page 140

Alle ore 22:00, guardando il cielo verso Oriente, si presentano molte stelle di prima grandezza. Iniziano infatti a innalzarsi dall’orizzonte la Vergine e il Boote (Bifolco) che fanno corona alla grande costellazione del Leone, ormai molto alta nel cielo. Risulteranno quindi ben visibili e riconoscibili le loro stelle alfa, la splendente Spica (mag. +0,95), Arturo (mag. +0,15) e Regolo (mag. +1,35), rispettivamente. Inizia la primavera e nel cielo di Oriente la fascia della Via Lattea è assente, si apre infatti una grande porta per andare a cercare con un binocolo non troppo modesto o, meglio, con un cannocchiale o un piccolo telescopio a specchio, le galassie esterne alla nostra. Ne abbiamo già incontrate nel cielo d’autunno, ma in questi mesi primaverili abbiamo la possibilità di incontrarne a decine, a centinaia...

Prendiamo come punto di riferimento la coda dell’Orsa Maggiore, evidentissima, molto alta nel cielo di nordest in questo mese. Se prolunghiamo le stelle della coda arriviamo ad Arturo, dal colore rosso-arancio, che abbiamo incontrato lo scorso mese, ma se proseguiamo, ecco Spica. È la stella alfa della costellazione della Vergine, da cui diparte il caratteristico asterismo a forma di rombo che caratterizza la costellazione. In questo mese troviamo, poco più in alto di Spica, il bellissimo pianeta Giove, dal colore caratteristico giallo-paglierino, luminosissimo! Andiamo più in alto del rombo della Vergine e potremo notare, con l’ausilio di un binocolo, le deboli stelline della Chioma di Berenice, poste tra la Vergine e il grande Leone con l’azzurra Regolo: il caratteristico trapezio di stelle è ormai alto nel cielo, al meridiano (sud) in questo mese.

140

Coelum Astronomia

Uno Sguardo al Cielo di Aprile

Impariamo a osservare il cielo con la UAI - Unione Astrofili Italiani

di Giorgio Bianciardi - Vicepresidente UAI

Guardando a Est

Emisfero Est

Visualizza la Mappa del Cielo dell'Emisfero Est

I Telescopi Remoti ASTRA e il Telescopio remoto UAI

Utilizzando Internet non ci sono limiti

geografici e chiunque, da qualsiasi parte del mondo, può controllare in remoto i telescopi ASTRA e ottenere le immagini digitali da utilizzare per i propri scopi di ricerca o di semplice diletto. Accesso gratuito. Per maggiori informazioni visita il sito WEB del Telescopio Remoto UAI (http://www.uai.it/risorse/telescopio-remoto-new.html), naviga nel sito di ASTRA con il quale potrai navigare tra stelle e galassie con i telescopi remoti (dopo aver richiesto la pw gratuita): www.astratelescope.org

e iscriviti al gruppo Facebook:

https://www.facebook.com/groups/127716650039/.

Il primo lunedì del mese non dimenticate il

viaggio nel cielo di una costellazione con i

telescopi remoti ASTRA, guidato da Giorgio

Bianciardi, vicepresidente UAI. Collegarsi al

portale di AstronomiAmo di Stefano

Capretti: www.astronomiamo.it. Dalle 21:30

alle 22:30.