Coelum Astronomia 210 - 2017 - Page 108

Nella rubrica Supernovae di questo mese (vedi più avanti, nella sezione Cielo del Mese della rivista), abbiamo detto come il mese di febbraio sia stato molto avaro per quanto riguarda le scoperte di supernovae. Dopo un gennaio scoppiettante, infatti, con tre scoperte italiane targate tutte ISSP (Italian Supernovae Search project), il mese di febbraio ci ha riportato severamente con i piedi per terra. Tuttavia il team dell’Osservatorio di Monte Baldo (VR) membro ISSP, ha comunque messo a segno un’incredibile performance, scoprendo alcune Novae Extragalattiche. Al di là della ricerca di supernovae (di cui abbiamo parlato nello speciale su Coelum Astronomia 208), addentriamoci dunque all’interno di un altro tipo di ricerca alla portata degli astrofili, quello delle Novae Extragalattiche.

Il team dell’Osservatorio di Monte Baldo – composto da Raffaele Belligoli, Flavio Castellani, Claudio Marangoni e Fernando Marziali – è riuscito a scoprire nel mese di febbraio ben tre novae extragalattiche, sfiorando una quarta scoperta che gli è stata soffiata sul filo di lana dal leader indiscusso in questo tipo di ricerca: l’astronomo ceco Kamil Hornoch.

Alla Ricerca delle Novae Extragalattiche

di Fabio Briganti e Riccardo Mancini

In alto. L’immagine di apertura propone una bella fotografia della galassia M 81, nota anche come “Galassia di Bode”, su cui sono stati sovraimpressi i punti (in rosso) in cui sono state rilevate le due Stelle Novae dal team dell’Osservatorio del monte Baldo. Crediti: NASA/STScI/AURA.

108

Coelum Astronomia