BEAUTE MAGAZINE Sept - Oct 2013 - Page 35

Ma perchè Marilyn è diventata un’icona?

Se googlate questa stessa domanda troverete le risposte più disparate, tra tutte, quella che ricorre più frequentemente è “perchè andava a letto con tutti”.

In realtà Marilyn stessa ha dichiarato: "Tutte l'hanno fatto. Faceva quasi parte del mestiere. Loro volevano assaggiare la mercanzia e se dicevi di no ce ne erano almeno altre venticinque disposte a dire di sì. Non era un dramma".

Ma Marilyn non si è limitata a prostituirsi nei momenti di difficoltà o per ottenere una parte in un film, si è trasformata in una femme fatale capace di irretire tutti gli uomini che gravitavano nel suo mirino.

Bella, bionda, formosa e spiritosa ha incarnato l’essenza della concupiscenza e del desiderio dell’universo maschile, proponendosi in maniera sexy ma mai volgare.La morte violenta e prematura nel fiore degli anni, racchiusa in un alone di mistero, hanno alimentato il mito di questa donna, bellissima e capace di affermarsi in un mondo di uomini.

La sua attenzione al look è stata una delle arti che l’ha aiutata a trasformarsi in una icona di stile: il suo abbigliamento non lasciava mai indifferente lo spettatore, che fosse provacante, ma non volgare, sexy e/o elegante.

Marilyn ha lanciato lo stile delle donne formose, con le sue misure 90-60-90:

- Per la sera il corpetto, strettissimo intorno ai fianchi, sboccia nel décolleté, a barca, a bustino o all'americana, che non tenta di nascondere le forme, ma al contrario le esalta.

Per il giorno Marylin ha sempre idossato vestiti dal taglio impeccabile, ideali per esaltare le sue curve: di giorno ha sempre optato per gonne a matita e pantaloni modello Capri.

Gli abiti da sera spesso le erano letteralmente cuciti addosso, affinchè le aderissero perfettamente al corpo.