BEAUTE MAGAZINE Sept - Oct 2013 - Page 29

Le dive di ieri e di Oggi

nuda per sfuggire alla miseria; questa sua confessione fece apparire la vicenda commovente, comportando apprezzamenti e simpatie per la sua condizione di attrice in difficoltà e accrescendo la sua popolarità. Hugh Hefner comprò poi il diritto di usare quelle fotografie, che vennero proibite in diversi stati, per il primo numero della sua nuova rivista Playboy.

Negli anni a seguire il suo successo viene affermato dalle critiche sempre più apprezzate fino al tributo del Golden Globe come miglior attrice in A qualcuno piace caldo nel 1959.

Una diva eclettica che può vantare all’attivo un esorbitante numero di film e che, come spesso accade, cade vittima di alcool e droghe. Ricoverata numerose volte per disturbi psichiatrici e problemi di salute di varia natura, Marilyn viene ritrovata morta nella sua camera, chiusa dall’interno, nella notte del 5 agosto 1962 all’età di soli 36 anni.

L’incertezza sulle cause della sua morte (suicidio, overdose di barbiturici, incongruenze nelle deposizioni) hanno alimentato negli anni il mito di questa icona degli anni ‘50.

Attualmente la salma di marilyn riposa in un loculo presso il Westwood Village Memorial Park Cemetery di LA.

Marilyn si è distinta anche come cantante, tutti noi la ricordiamo per la sua performance canora alla festa di compleanno del presidente (Kennedy, ndr) dove cantò Happy Birthday, Mr. President.

Nel 1999, la Monroe si è classificata al sesto posto nella lista delle più grandi star femminili di tutti i tempi dall'American Film Institute.

Marilyn Monroe

Marilyn Monroe, nata a Los Angeles il 1° Giugno 1926, cresciuta in orfanatrofio per buona parte della sua infanzia, dove ha dichiarato di aver subito maltrattamenti e molestie, muore a Brentwood il 5 agosto 1962.

Un’icona di stile, eclettica e inarrivabile, con una vita ricca di emozioni, segnata da difficoltà e colpi di scena.

Approfondiamo alcuni dettagli.

Beauté, September - October 2013 29